Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie

Ast ricorda Guido Columba: scomparso il grande difensore del diritto di cronaca

Articolo di del 19 ottobre 2018 – 12:35 | 21 views

L'Associazione Stampa Toscana ed il Gruppo Cronisti Toscani partecipano al lutto della famiglia, dei giornalisti italiani e del sindacato per la scomparsa di Guido Columba, per lunghi anni alla guida del Sindacato Cronisti Romani e presidente dell'Unione Nazionale Cronisti Italiani. La sua carriera, dal Giornale d'Italia a Paese Sera all'Agenzia ANSA, ha coinciso con il suo impegno sindacale a favore dei colleghi, in primo luogo dei cronisti, il cui lavoro Columba ha sempre considerato come baluardo per la libertà d'informazione. Il suo impegno contro ogni bavaglio e contro le minacce ai cronisti gli sono valse la riconoscenza di tutti i giornalisti come uomo, giornalista e sindacalista dalla schiena dritta.

Guido Columba è stato sempre particolarmente legato alla Toscana: nel 2001 volle i nuovi dirigenti del rivitalizzato Gruppo Cronisti Toscani (all'epoca Sandro Bennucci, Stefano Fabbri, Pino Rea, Silvia Gigli, Paola Fichera, Franca Selvatici, Massimo Vanni) accanto a sè, a Roma, per schierare l'Unci nella difficile trattativa per il rinnovo del contratto di lavoro. Strettissimo è stato il rapporto anche dopo, quando alla guida del gruppo cronisti, in Toscana, si sono avvicendati Stefano Fabbri, Paola Fichera, Silvia Gigli, fino a Tommaso Galligani, presidente tutt'ora in carica.  Grazie a questa continua vicinanza, e al lavoro della vicepresidente dell'Unci, Ilaria Bonuccelli, Guido Columba scelse Viareggio come sede della cerimonia di consegna  Premio Cronista per tante edizioni; infine volle che proprio a Firenze, nel 2015, si svolgesse la cerimonia annuale in memoria dei cronisti vittime di mafia e terrorismo ed il Congresso nazionale dell'Unci nel quale concluse la sua guida dell'organizzazione sindacale dei cronisti italiani che aveva presieduto ininterrottamente dal 1993. 

"In Guido – dice il Presidente dell'Ast Sandro Bennucci – abbiamo sempre trovato la generosità e la mano salda di un grande dirigente sindacale. Per me è una perdita pesante anche dal punto di vista personale e umano, ricordando le tante battaglie insieme e la sua vicinanza nei momenti più difficili. Per tutti i giornalisti toscani è un onore avere avuto al proprio fianco un collega che non si è mai arreso. Ciao Guido, sarai sempre con noi".

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: