Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » In evidenza

Le cinque w degli Stati Generali dell’Informazione precaria toscana

Articolo di del 21 dicembre 2013 – 16:57Nessun commento | 125 views

Stati generali invitoIl giornalismo oggi è praticato più da precari che da garantiti. Precari che vivono una condizione di lavoro impossibile da paragonare ad altre professioni in Italia e assunti che, comunque, vivono solo un'apparente garanzia di stabilità, perché la nostra è una realtà professionale a rischio nel suo insieme. Al tempo stesso, il giornalismo resta e deve restare fra i fondamenti di uno Stato democratico e cercare di rendere dignitoso lo stato professionale ed economico di chi oggi fa il giornalista è la priorità che tutti i responsabili protagonisti devono perseguire. Descrivere le possibilità e l'esistenza di "buone pratiche" del giornalismo precario oggi sarà il tema degli Stati Generali dell'Informazione Precaria in Toscana, che si terranno l'11 gennaio 2014 a Firenze, in piazza dei Ciompi, a partire dalle 9.30. Riteniamo che, facendo nostra la consapevolezza del momento drammatico che il nostro lavoro sta attraversando, sia altrettanto importante andare oltre la crisi stessa, per sconfiggerla rendendo robusti gli strumenti, quelli esistenti e quelli che possiamo far nascere, che ci permettano di praticare ancora questa professione. Cercando di colpire, azzerare e sconfiggere tutte le oggettive e sempre maggiori difficoltà che i giornalisti precari devono, più di altri, affrontare quotidianamente.

Susanna Bonfanti , Delegata toscana Commissione Nazionale Lavoro Autonomo Fnsi –  membro della Commissione toscana Informazione Precaria Ast

Leonardo Testai ,  Coordinatore Commissione toscana Informazione Precaria Ast

Samuele Bartolini , Delegato Assemblea Nazionale Lavoro Autonomo Fnsi

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: