Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » In evidenza

‘L’ultimo viaggio. La verità di Enrico Filippini’ in scena al Teatro Studio di Scandicci

Articolo di del 28 gennaio 2015 – 16:27 | 288 views

Enrico FilippiniLo spettacolo, scritto da Giuliano Compagno e Concita Filippini, diretto da Marco Solari,  è il racconto delle ultime settimane di vita di Enrico Fililppini, importante editor de La Feltrinelli negli anni sessanta e firma storica delle pagine de la Repubblica negli anni settanta.  Le ore e i giorni  condivisi con la figlia rivelano gli aspetti meno conosciuti del grande intellettuale e giornalista. Un dialogo, quindi,  commovente e rivelatore, mai triste, in cui sono chiamati ed evocati gli anni delle grandi passioni, il ricordo di una società in cui la parola "Cultura" suonava come una parola importante, forse la più importante di tutte.  

In  occasione di questo spettacolo sul grande giornalista  e intellettuale Enrico Filippini, in scena al Teatro Studio di Scandicci il 17 e il 18 febbraio alle ore 21.00, ricordiamo la convenzione con il Teatro Studio e quindi  biglietto ridotto per soci AST a 8 euro.  La riduzione verrà effettuata presentando la tessera AST  alla biglietteria.

Teatro Studio di Scandicci (FI)

TERRE VIVACI

L’ULTIMO VIAGGIO

La verità di Enrico Filippini

drammaturgia Giuliano Compagno e Concita Filippini

con Marco Solari, Xhilda Lapardhaja, Alessandra Vanzi

regia Marco Solari

Più di ogni altra volta ho sentito che sono nato lì. Che quell’ombra è mia.

Nella stanza di una clinica, in penombra, un padre e una figlia si  abbracciano e iniziano a raccontarsi pezzi di vita. Nessuna tristezza aleggia in quel luogo da dove, entrambi lo sanno,  lui non uscirà più.  Sono i giorni della memoria e della leggerezza, ritmati da visite  continue al capezzale di un raffinato intellettuale svizzero-italiano.  Il loro dialogo viene ogni tanto interrotto o ritmato da una voce  letteraria che racconta immagini e pensieri di un tempo trascorso.

Lui è Enrico Filippini, 55 anni, scrittore, germanista, traduttore,  giornalista che ha saputo illustrare come nessuno il giornalismo  culturale italiano. Lei è Concita Filippini, che dopo anni si ritrova accanto al padre,  tanto cercato e amato. E per lui, in quei giorni, sarà persino bello ripercorrere le orme di  ragazzo, rivedere scorci di vita vissuta, ricordare una società per  la quale Cultura suonava come una parola importante, forse la più importante di tutte.

Enrico Filippini (Cevio, Svizzera, 1932 – Roma, 1988) ha studiato  filosofia a Berlino, Monaco, Milano e Parigi laureandosi con Enzo  Paci. È stato a lungo editor presso Feltrinelli negli anni sessanta,  prima di passare al Saggiatore e successivamente alla Bompiani. Ha  tradotto numerose opere dal tedesco immettendo nel circuito della  cultura italiana filosofi quali Husserl e Benjamin, nonché gli  scrittori della nuova letteratura germanofona (Johnson, Grass,  Frisch). Autore di testi narrativi e teatrali, è stato tra i  fondatori del Gruppo 63. Dal 1976 ha lavorato come inviato della  pagina culturale di “la Repubblica” per la quale ha scritto oltre  cinquecento articoli. Negli anni ottanta ha inoltre realizzato  diversi programmi per la radio e la televisione italiana ed è stato  anche autore di sceneggiature cinematografiche. Per Feltrinelli ha  tradotto Congetture su Jakob (1995) di Uwe Johnson, La morte a Venezia, Tonio Kröger e Tristano (2009) di Thomas Mann e ha  pubblicato L’ultimo viaggio (1991, nuova edizione 2013).

 TEATRO STUDIO KRYPTON

 via Donizetti, 58 Scandicci (FI)

 tel: 055 7356443/   biglietteria@teatrostudiokrypton.it

 BIGLIETTO RIDOTTO PER SOCI AST: 8 euro

 come raggiungere il teatro:

 in auto:

da Firenze prendere Viale Nenni e seguire le indicazioni per il centro di Scandicci

dall'autosdrata prendere l'uscita Firenze-Scandicci e seguire le indicazioni per il centro di Scandicci

 in tramvia:

 linea 1- fermata RESISTENZA

 ​

Tag:, , , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: