Home » Crediti formativi e corsi

Crediti formativi e corsi

Formazione professionale per i giornalisti: corsi e istruzioni per i crediti formativi 

Corsi Ast 

Maggio 2017

15/05/2017  'Processo e mass media' -Sala Verde di Palazzo Incontri della Cassa di Risparmio di Firenze Via de' Pucci 1 Firenze — 15.30/19.30

30/05/2017  'Confronto giustizia e informazione' – Sala Verde di Palazzo Incontri della Cassa di Risparmio di Firenze Via de' Pucci 1 Firenze – 15.00/19.00

Giugno 2017

08/06/2017  'Com'è cambiata la formazione del giornalista' – Auditorium Consiglio Regionale della Toscana, Via Cavour 4 Firenze – 09.30/13.30

06/06/2017 'La verità storica sui Medici oltre la fiction televisiva'. Quale informazione per i giornalisti'- Opera Medicea Laurenziana – Piazza San Lorenzo 9 Firenze – 09.00/15.00

Settembre 2017

19/09/2017 'Gli uffici requirenti e l'informazione' – Consiglio regionale della Toscana, Sala Gonfalone – Via Cavour, 4 Firenze – 15.00/19.00
 

26/09/2017 'Diritto d'informazione e doveri del magistrato' – Consiglio regionale della Toscana, Sala Gonfalone – Via Cavour, 4 Firenze – 15.00/19.00

 

In vigore il nuovo Regolamento per la formazione dei giornalisti

Con la pubblicazione nel B.U. del Ministero della Giustizia n. 10 del 31 maggio 2016 è entrato in vigore il nuovo regolamento per la formazione permanente continua (FPC) dei giornalisti.

La nuova regolamentazione razionalizza e semplifica le disposizioni vigenti, con alcune modificazioni che accolgono le esigenze manifestatesi nel corso della prima applicazione del sistema formativo introdotto dal 1° gennaio 2014.

Queste le novità più importanti:

  • per l'assolvimento dell'obbligo formativo è necessario acquisire nel triennio almeno 20 (e non più 15) crediti derivanti da eventi deontologici (art. 2);
  • i crediti formativi possono essere acquisiti anche solo con eventi formativi on line, essendo stata eliminato il limite di 30 crediti per la formazione a distanza (art. 2);
  • gli iscritti all'Albo da più di 30 anni che svolgono attività giornalistica a qualsiasi titolo sono tenuti alla formazione limitatamente all'acquisizione dei 20 crediti deontologici triennali (art. 2);
  • per le iscrizioni in corso di triennio, il credito formativo e la relativa tipologia sono riproporzionati in ragione d'anno (norma transitoria art. 2);
  • l'assunzione di cariche elettive per le quali la vigente legislazione contempli la possibilità di aspettativa dal lavoro è motivo di esenzione dallo svolgimento della FPC per la durata del mandato e limitatamente ad esso (art. 11);
  • è possibile richiedere il riconoscimento anche di eventi formativi individuali per un massimo di sei crediti nel triennio.

Il nuovo Regolamento è scaricabile dal sito Odg:Regolamento pubblicato il 31.05.2016.DPR 07.08.2012 nr. 137

CHI E’ TENUTO A FARE FORMAZIONE

Tutti i giornalisti pubblicisti e professionisti sono obbligati. 
Sono esonerati soltanto i giornalisti pensionati che non svolgono attività o che lo fanno in maniera sporadica. I pensionati che svolgono attività devono invece comunicarlo all'Ordine (tramite pec, mail, fax o lettera) e ottemperare all'obbligo sulla formazione. 
Chi è iscritto all'Albo da almeno 30 anni ha soltanto l'obbligo di totalizzare 20 crediti deontologici nel triennio senza obbligo di minimo annuale.
L'obbligo formativo scatta sempre dal 1 gennaio dell'anno successivo a quello di iscrizione.
Per gli iscritti negli anni 2013, 2014 e 2015 l'obbligo decorre dal 1 gennaio 2016.
Il primo triennio formativo scadrà per tutti il 31 dicembre 2016. I trienni formativi sono infatti uguali per tutti, con il riproporzionamento dell'obbligo in ragione d'anno per i nuovi iscritti e per chi ha beneficiato di esenzioni temporanee. Precisiamo quindi che gli iscritti con decorrenza obbligo formativo 1° gennaio 2015 dovranno raggiungere 40 crediti entro il 31 dicembre 2016 e gli iscritti con decorrenza obbligo formativo 1° gennaio 2016 dovranno raggiungere 20 crediti entro il 31 dicembre 2016.

Piattaforma Sigef, stop automatico per chi non si presenta senza aver disdetto la prenotazione

Accesso bloccato agli utenti Sigef, che non si presenteranno agli eventi formativi ai quali si erano iscritti, in caso di mancata cancellazione. Importante novità in arrivo a breve per tutti i giornalisti iscritti alla piattaforma della formazione professionale. Come comunicato da Lan System, società che gestisce la piattaforma Sigef, infatti, il sistema provvederà a bloccare automaticamente gli utenti che, dopo essersi iscritti ad un evento, non si presenteranno, qualora non abbiano effettuato la cancellazione dell'iscrizione nei tempi previsti.

Chiunque, infatti, si registra ad un evento su Sigef ha sempre la possibilità di cancellarsi, in caso di problemi, fino a 24 ore prima della data dell'evento. D'ora in avanti chi non lo farà, si vedrà bloccare subito l'account, non potrà più iscriversi ad altri eventi e dovrà quindi chiedere lo sblocco al Consiglio regionale. Attenzione: in caso di problemi che possano subentrare entro le 24 ore dall'evento stesso, è necessario avvisare gli uffici regionali del proprio Ordine!

La procedura di blocco è stata richiesta dal Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti a causa dell'elevato tasso di assenza e mancata comunicazione agli eventi formativi, un comportamento che penalizza coloro che si iscrivono nella lista di attesa. Ricordiamo quindi a tutti i giornalisti di cancellarsi sempre dai corsi ai quali non è possibile partecipare. Fino a 24 ore dall'evento è possibile farlo direttamente su Sigef, altrimenti è necessario avvisare gli uffici scrivendo a info@odg.toscana.it

COSA OCCORRE FARE:

Bisogna ottenere 60 crediti formativi in tre anni di cui almeno 20 deontologici. 
Per ogni anno vi è l'obbligo di totalizzare almeno 15 crediti formativi.
I crediti si possono acquisire partecipando agli eventi formativi organizzati dai vari consigli regionali (anche in regioni diverse da quella di appartenenza) o tramite la frequenza di corsi on line. 
I crediti dei corsi frontali vengono attribuiti solo se l'evento viene frequentato in maniera completa. La firma di presenza deve essere apposta sia in entrata che in uscitaNon sono ammesse entrate posticipate o uscite anticipate. 

LA PIATTAFORMA SIGEF(Sistema Informatizzato Gestione Formazione)

Il Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti ha predisposto la piattaforma SIGEF per gestire le iscrizioni agli eventi formativi e verificare il numero di crediti accumulato da ciascun giornalista, nell'ambito della formazione profesionale continua. E' pertanto necessario iscriversi alla piattaforma accessibile all'indirizzo http://sigef-odg1.lansystems.it/. 

INOSSERVANZA DELL’OBBLIGO

In base all’art. 11 delle Disposizioni attuative, al giornalista che non abbia assolto l’obbligo, l’Ordine regionale notifica l’inadempienza formulando l’invito ad avviare entro tre mesi il percorso formativo. Qualora persista l’inosservanza, il Consiglio regionale dell’Ordine ne dà segnalazione al Collegio territoriale di disciplina.

CASI DI ESONERO ED ESENZIONI

L’iscritto può essere esentato per un anno dallo svolgimento della formazione professionale continua nei seguenti casi:
a) maternità o congedo parentale; (leggi delibera dell'Ordine) – (scarica il modulo di autocertificazione)
b) malattia grave, infortunio e altri casi di documentato impedimento derivante da accertate cause oggettive;
c) assunzione di cariche elettive per le quali la vigente legislazione preveda la possibilità di usufruire di aspettativa dal lavoro per la durata del mandato e limitatamente ad esso. 

Allegati

 Download DPR 07.08.2012 nr. 137
 Download autocertificazione esonero FPC per maternità formato word
 Download autocertificazione esonero FPC per maternità formato pdf
 Download Regolamento pubblicato il 31.05.2016