Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie, Radio & TV

Forum sull’Emittenza radiotelevisiva locale: il report della 12esima edizione

Articolo di del 21 luglio 2017 – 12:08 | 189 views

Alla dodicesima edizione del RadioTv Forum di Aeranti-Corallo ha partecipato, per l'Ast,  la consigliera Chiara Brilli, referente per le RadioTV della Toscana. Ecco la sua relazione:

Il RadioTv Forum, punto di riferimento tra operatori radiofonici e televisivi locali, ha affrontato le problematiche della nuova regolamentazione per i contributi alle emittenti e le ultime novità in tema di sviluppo della radiofonia digitale. 

Perdura la profonda crisi del comparto, con il crollo della raccolta pubblicitaria, le difficoltà di accesso al credito bancario, le decine di realtà che hanno cessato o sono state costrette a ricorrere agli ammortizzatori sociali per il proprio personale dipendente, ad avviare procedure di mobilità e proporre procedure di concordato preventivo. Questo però non deve essere un alibi degli editori per la deregulation contrattuale, il mancato rispetto dei diritti e delle professionalità dei lavoratori e  per mancati investimenti in ricerca e sviluppo che possano aprire invece nuove possibilità nel panorama tecnologico della comunicazione. 

"Se la competizione dei prossimi anni si deve giocare sui contenuti, le tv locali devono essere poste in grado di realizzare palinsesti basati su informazione locale di qualità e devono poter accedere, con tali contenuti, a tutte le diverse tipologie di piattaforma. E’, tra l’altro, necessario, che venga definito, in una prospettiva di lungo periodo, uno scenario che consenta l’esistenza di operatori di rete per la tv digitale terrestre in ambito locale, dotati di strutture capaci di veicolare in modo capillare i contenuti delle tv locali", ha sottolineato in proposito  Marco Rossignoli, coordinatore Aeranti – Corallo nella sua relazione. 

La radiofonia, che  conserva intatta la sua centralità con una fruizione locale di oltre 15 milioni di persone nel giorno medio e da oltre 30 milioni nei sette giorni, la raccolta pubblicitaria ha cominciato a registrare una inversione di tendenza positiva nel 2015, con una raccolta complessiva attestatasi a 504 milioni di Euro (dati Relazione Agcom 2016). Le imprese radiofoniche locali non possono però accedere alla nuova tecnologia digitale e rischiano, pertanto, di maturare un forte ritardo in termini di presenza. "L’emittenza radiofonica locale ha, peraltro, concretamente manifestato il proprio 6 interesse per la nuova tecnologia trasmissiva, dando vita a numerose società consortili per lo svolgimento dell’attività di operatore di rete per la diffusione dei contenuti digitali, come previsto dalla regolamentazione in materia", evidenzia Rossignoli segnalando come siano già operativi alcuni multiplex nei bacini dove sono state assegnate le frequenze come quelli delle province  di Firenze, Prato, Pistoia, Arezzo e Siena. In tale bacino toscano sono stati attivati due multiplex, composti complessivamente da 24 radio locali Aeranti-Corallo. 

L’8 marzo 2017, infine, la Federazione Nazionale della Stampa Italiana e Aeranti-Corallo  hanno sottoscritto il rinnovo fino al 31 dicembre 2018 del Contratto Nazionale Collettivo per la disciplina del lavoro giornalistico dipendente nelle imprese radiofoniche e televisive locali. 

Aeranti-Corallo e FNSI hanno rinnovato il Regolamento dei rapporti di collaborazione coordinata e continuativa del settore, nonché il protocollo di consultazione sindacale relativo alle aziende in stato di crisi e alle ristrutturazioni aziendali. Con tali rinnovi si è voluto dare continuità alla Contrattazione Collettiva del settore, nonostante la situazione di difficoltà, anche al fine di un giusto riconoscimento dell’importante ruolo dei circa duemila giornalisti che operano nell’emittenza locale.

 

Tag:, ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login