Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie

Autonomi: nuova contrattazione per favorire l’inclusione. Il documento approvato all’unanimità in Fnsi

Articolo di del 1 giugno 2018 – 14:20 | 97 views

Sostenere la contrattazione inclusiva e l'equo compenso, favorire le legittime rivendicazioni degli autonomi, e rafforzare la loro partecipazione alla vita del sindacato: questi alcuni dei punti prioritari del documento approvato all'unanimità al termine della giornata d'apertura, il 16 maggio a Roma, della Conferenza nazionale di organizzazione del lavoro autonomo della Fnsi, prima tappa di un dibattito che proseguirà sui territori, "al fine di giungere in autunno – si legge – a una sintesi finale e a una piattaforma ampiamente condivisa sul tema".

L'iniziativa, che ha visto la convocazione congiunta della Commissione e dell'Assemblea nazionale del lavoro autonomo, era prevista da una mozione approvata (alla sostanziale unanimità) dal XXVII Congresso Fnsi di Chianciano Terme nel 2015, e lungamente attesa dalla categoria. Per l'Associazione Stampa Toscana hanno partecipato il presidente Sandro Bennucci e il consigliere nazionale Leonardo Testai.

                              DOCUMENTO D’INDIRIZZO CONFERENZA D’ORGANIZZAZIONE FNSI

CONDIVISIONE E RAPPRESENTANZA”

Le problematiche del lavoro autonomo in ambito giornalistico sono state al centro di uno specifico appello che il sindacato ha rivolto ai candidati di tutte le forze politiche alle ultime elezioni del 4 marzo 2018.

Il documento indicava prioritariamente due criticità da risolvere:

  • la mancata emanazione del decreto da parte del Ministero di Giustizia, con i parametri per la liquidazione giudiziale dei compensi dei giornalisti (Legge n. 27 del 24 marzo 2012);

Tale decreto permette l’applicazione anche ai giornalisti autonomi del diritto all’equo compenso nei confronti delle Aziende e della Pubblica Amministrazione ai sensi della legge 172/2017.

  • la conseguentemente attuazione della legge 233/2012 sull'equo compenso dei giornalisti non dipendenti nelle aziende editoriali, avendo come parametri di riferimento le retribuzioni dei dipendenti (Contratto nazionale di lavoro giornalistico).

CIÒ PREMESSO

La Commissione nazionale lavoro Autonomo (CLAN) e l’Assemblea nazionale dei lavoratori autonomi della Fnsi, riunite il 16 maggio 2018 a Roma per l’apertura della “Conferenza d’organizzazione della Fnsi sulle problematiche del lavoro autonomo e della precarietà”, voluta dal XXVII Congresso Fnsi di Chianciano Terme “per sviluppare un ampio confronto su quanto finora prodotto a livello nazionale e locale, su nuove proposte e per elaborare una piattaforma operativa aggiornata sul tema”

SOTTOLINEANO CHE

  • La professione e il mercato del lavoro giornalistico sono radicalmente mutati negli ultimi decenni, tanto da risultare oggi del tutti inadeguati molti strumenti concettuali, normativi e di governo della professione. È quindi necessaria una radicale riforma della professione, delle sue norme e istituti, per renderli rispondenti alle esigenze e ai problemi della realtà attuale.
  • In questo senso si richiama la mozione sul lavoro autonomo, approvata con spirito unitario e a sostanziale unanimità, del XXVII Congresso Fnsi, ai cui contenuti va data piena attuazione, a tutti i livelli e articolazioni del Sindacato, con l’auspicio di una piena convergenza anche con gli altri organismi della categoria
  • Resta inoltre attuale la posizione espressa dalla Fnsi nel documento inviato dalla Clan ai candidati in occasione delle elezioni politiche del 4 marzo 2018
Tag:,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: