Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie

L’Associazione Stampa Toscana augura Buon Natale. Avanti tutta, nonostante le forbici del governo

Articolo di del 21 dicembre 2018 – 15:52 | 119 views

Care colleghe e cari colleghi,

Buon Natale a tutti. Contiamo su qualche giorno di pausa per ricaricarci in uno dei momenti più difficili nella storia del giornalismo dal dopoguerra a oggi. Dopo gli insulti e le minacce ai giornalisti, il governo sfodera le forbici per tagliare contributi, che nessuno aveva mai messo in discussione, a testate come Avvenire e il Manifesto che, da sponde opposte, hanno sempre alimentato un'informazione pluralista e libera anche se spesso scomoda. Insieme a loro rischiano tante altre realtà e si parla di colleghi con il posto in pericolo addirittura prima di terminare il periodo di praticantato. Non basta: Ansa e Askanews sono in stato d'agitazione e costrette già allo sciopero. E nelle prossime settimane i cdr di grandi testate firmeranno la solidarietà. Alcune redazioni resteranno più vuote. In Toscana, per fortuna, è di queste ore la notizia che la Regione ha deciso di pubblicare un nuovo bando, da un milione e mezzo di euro, destinato alle testate locali, soprattutto quelle dell'emittenza radiotelevisiva.

In un panorama così fosco, il sindacato non sta fermo. La Federazione Nazionale della Stampa questa volta è scesa in campo con determinazione, insieme a tutte le associazioni regionali di Stampa. Ast, ve lo garantisco, sarà in prima linea al fianco di ogni collega. Nei quattro anni trascorsi non abbiamo lasciato solo nessuno e continueremo a prodigarci in ogni modo in favore di chi ha bisogno di sostegno, sia tentando la strada della trattativa, sia intervenendo per coprire eventuali spese legali. Nell'ultimo consiglio direttivo abbiamo approvato, all'unanimità (e di questo ringrazio tutti i colleghi consiglieri) un provvedimento semplice: nel quale, in poche righe, si dice che ogni risorsa dell'Ast, come del resto è stato anche negli ultimi anni, sarà destinata soltanto all'assistenza legale dei colleghi e contro quella mostruosità rappresentate dalle querele temerarie. 

Naturalmente ci stiamo preparando anche per il XXVIII Congresso della Fnsi, in calendario a Levico Terme dal 12 al 15 febbraio. Dove sosterremo con forza la tesi che vogliamo vedere tradotta in certezza: inclusione nelle redazioni e nel contratto dei colleghi che ne sono esclusi pur facendo parte a tutti gli effetti dell'asse portante dell'informazione del nostro Paese. Al tempo stesso vogliamo che non vengano più attaccate le tutele e le buste paga di chi è nelle redazioni, e si dibatte – anche nelle grandi testate – in un mare di problemi quotidiani. Problemi provocati da un comportamento degli editori che, finora, si sono limitati a tagliare costi e posti di lavoro rinunciando a investimenti e sviluppo. 

Non vi prendo altro tempo. Non aggiungo, come si usa spesso fare, il riepilogo dei successi ottenuti e dei posti di lavoro salvati nel 2018. Ritengo che il sindacato abbia fatto solo il suo dovere e il miglior riconoscimento è stato un aumento molto sostanzioso della percentuale di votanti nelle elezioni di novembre, sia per il Congresso, sia per il rinnovo delle cariche Ast (addirittura il 20%). Rinnovo gli auguri e l'impegno per un sindacato realmente di servizio.

Buon Natale a tutti

dal presidente Sandro Bennucci e da tutti gli organismi dirigenti dell'Associazione Stampa Toscana 

 

Tag:,