Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » In evidenza, Notizie

Casagit: assistenza in emergenza. I numeri da chiamare dall’Italia e dall’estero

Articolo di del 30 agosto 2019 – 11:31 | 59 views

 

E' attivo il servizi Casagit "assistenza in emergenza", personalizzato e su misura per tutti gli assistiti. E' possibile chiamare, dall'Italia, il numero verde 800902908. Dall'estero invece funziona il +390642115548

Informazioni sul servizio

Il servizio di Assistenza in Emergenza è attivo 365 giorni all'anno, 24 ore su 24, grazie ad un numero verde, dedicato ai soli iscritti CASAGIT.
Un servizio in più, offerto dalla nostra Cassa, gratuito (funziona come una polizza e paga Casagit) in collaborazione con Axa Assistance.

  
Permette di avere un consulto medico telefonico e/o interventi sanitari ad hoc in Italia chiamando il numero verde 800 902 908 e dall'estero contattando il numero 0039 06 421 155 48.

  
Alla risposta dell'operatore ci si dovrà qualificare come "Assicurato/Assistito CASAGIT" e comunicare:

  • tipo di intervento richiesto
  • nome e cognome
  • recapito telefonico
  • codice fiscale

 Se impossibilitati a telefonare sarà possibile inviare un fax al numero 06.4818960.

Alcune telefonate ricevute ci suggeriscono di fornire alcune puntualizzazioni:
 

Il numero verde non fornisce informazioni su pratiche o procedure della Casagit, risponde un Call Center che si occupa solo dell'Assistenza in Emergenza e, fisicamente, non si trova presso la sede della nostra Cassa.

Chiamando il numero Verde 800 902 908, gratuito e operativo per le telefonate da qualsiasi località in Italia non serve alcun prefisso.  

Il Servizio di Assistenza in Emergenza 800 902 908 si aggiunge all'offerta di servizi della Casagit e non li sostituisce. I rimborsi per le prestazioni sanitarie garantiti da Casagit restano quelli di sempre anche se si ricorre alla centrale operativa

Il numero verde 800 902 908 è anche a disposizione per spiegare agli assistiti come funziona il servizio stesso.

In caso di emergenza grave si consiglia di chiamare direttamente il 118, organizzato in modo da far intervenire all'indirizzo del chiamante le unità di soccorso logisticamente più vicine.

 

L’Assistenza in Italia

 Consulto medico telefonico

La Centrale Operativa, attiva 24 ore su 24 ore, tutti i giorni dell'anno, è a disposizione dell'Assicurato/Assistito per organizzare un consulto medico telefonico in caso di urgenza conseguente a infortunio o malattia improvvisa.

Il servizio medico della Centrale Operativa, in base alle informazioni ricevute al momento della richiesta da parte dell'Assicurato/Assistito o da persona terza, qualora lo stesso non ne sia in grado, potrà fornire:

  1. consigli medici di carattere generale;
  2. informazioni riguardanti:
  • reperimento dei mezzi di soccorso;
  • reperimento di medici generici e specialisti;
  • localizzazione di centri di cura generica e specialistica sia pubblici che privati;
  • modalità di accesso a strutture sanitarie pubbliche e private;
  • esistenza e reperibilità di farmaci.

La Centrale Operativa non fornirà diagnosi o prescrizioni, ma farà il possibile per mettere rapidamente l'Assicurato/Assistito in condizione di ottenere quanto necessario.

Invio di un medico o di un’ambulanza

Qualora, successivamente al consulto medico telefonico, il servizio medico della Centrale Operativa giudichi necessaria e non rinviabile una visita medica dell'Assicurato/Assistito, la Centrale Operativa invierà un medico generico convenzionato sul posto.

La prestazione viene fornita con costi a carico della Società.

Qualora non sia immediatamente disponibile l'invio del medico, la Società organizzerà il trasferimento in ambulanza dell'Assicurato/Assistito presso il centro di primo soccorso più vicino al suo domicilio e senza costi a suo carico.

Resta inteso che in caso di emergenza grave la Centrale Operativa non potrà in alcun caso sostituirsi agli Organismi Ufficiali di Soccorso (Servizio 118), né assumersi le eventuali spese.

Trasferimento sanitario programmato

Previa analisi del quadro clinico da parte del servizio medico della Centrale Operativa e d'intesa con il medico curante dell'Assicurato/Assistito, la Centrale Operativa è a disposizione per organizzare il trasporto dell'Assicurato/Assistito con il mezzo ritenuto più idoneo qualora, a seguito di infortunio o malattia, sia necessario:

  • il suo trasferimento presso l'istituto di cura dove deve essere ricoverato;
  • il suo trasferimento dall'istituto di cura presso cui è ricoverato ad un altro ritenuto più attrezzato per le cure del caso;
  • il suo rientro all'abitazione al momento della dimissione da un Istituto di cura.

La Centrale Operativa organizzerà il trasferimento dell'Assicurato/Assistito con costi a carico della Società e con i mezzi ritenuti più idonei a suo insindacabile giudizio, mediante:

  • aereo di linea, classe economica, eventualmente barellato;
  • treno, prima classe, e, ove necessario, vagone letto;
  • autoambulanza senza limiti di chilometraggio o altro mezzo di trasporto.

In base alle condizioni di salute dell'Assicurato/Assistito, la Centrale Operativa provvederà a fornire la necessaria assistenza durante il trasporto con personale medico o paramedico.

Sono escluse dalla prestazione:

  • le infermità o lesioni che a giudizio del servizio medico della Centrale Operativa possono essere curate sul posto;
  • le malattie infettive, nel caso in cui il trasporto implichi violazione di norme sanitarie nazionali o internazionali;
  • tutti i casi in cui l'Assicurato/Assistito o i familiari dello stesso sottoscrivessero volontariamente le dimissioni contro il parere dei sanitari della struttura presso la quale fosse ricoverato;
  • tutte le spese diverse da quelle indicate.

 Assistenza infermieristica

Qualora l'Assicurato/Assistito necessiti, nei 7 (sette) giorni successivi alla dimissione dall'istituto di cura presso cui era ricoverato, sulla base di certificazione medica, di essere assistito presso il proprio domicilio da personale specializzato (infermieristico o socio-assistenziale), potrà richiedere alla Centrale Operativa il reperimento e l'invio di personale convenzionato.

La ricerca e selezione sarà effettuata in base alla tipologia del problema dell'Assicurato/Assistito al fine di offrire la migliore soluzione possibile.

La prestazione è fornita con un preavviso di 3 (tre) giorni.

 

L’assistenza all’estero

 

Invio di medicinali

Qualora l'Assicurato/Assistito necessiti, a seguito di infortunio o malattia, di medicinali regolarmente registrati in Italia, ma non reperibili sul luogo né sostituibili con medicinali locali ritenuti equivalenti dal servizio medico della Centrale Operativa, la stessa provvederà al loro reperimento e invio con il mezzo più rapido nel rispetto delle norme e delle tempistiche che regolano il trasporto dei medicinali.

Nel caso fosse necessario, la Centrale Operativa potrà inviare un suo corrispondente che possa ritirare presso il domicilio dell'Assicurato/Assistito (o altro luogo da questi indicato) il denaro, la prescrizione e l'eventuale delega necessari all'acquisto.

Tale prestazione è assoggettata alle vigenti norme italiane e del paese in cui si trova l'Assicurato/Assistito.

La prestazione  è fornita con un preavviso di 3 (tre) giorni.

La Società terrà a proprio carico il costo della spedizione, mentre il costo dei medicinali resta a carico dell'Assicurato/Assistito.

Trasferimento/rimpatrio sanitario

Qualora il servizio medico della Centrale Operativa consigli, a seguito di infortunio o malattia improvvisa dell'Assicurato/Assistito, il trasporto sanitario dello stesso, previa analisi del quadro clinico e d'intesa con il medico curante sul posto, la Centrale Operativa organizzerà:

  • il trasferimento sanitario presso una struttura medica adeguata più vicina;
  • il rimpatrio sanitario nel paese di origine se le sue condizioni lo permettono e lo richiedono;
  • la necessaria assistenza durante il trasporto con personale medico o paramedico.

       Il trasporto sanitario sarà effettuato con i mezzi ritenuti più idonei ad           

       insindacabile giudizio della Centrale Operativa:

       – aereo sanitario (entro il limite di euro 20.000,00 per sinistro);
       – aereo di linea, classe economica, eventualmente barellato;
       – treno prima classe e, ove necessario, vagone letto;
       – autoambulanza, senza limiti di chilometraggio;
       – altro mezzo di trasporto.

Sono escluse dalla prestazione:

  • le infermità o lesioni che, a giudizio del servizio medico della Centrale Operativa, possono essere curate sul posto;
  • le infermità o lesioni che non precludano all'Assicurato/Assistito la continuazione del viaggio o del soggiorno;
  • le malattie infettive, nel caso in cui il trasporto implichi violazione di norme sanitarie nazionali o internazionali;
  • tutti i casi in cui l'Assicurato/Assistito o i familiari dello stesso sottoscrivessero volontariamente le dimissioni contro il parere dei sanitari della struttura presso la quale fosse ricoverato;
  • tutte le spese diverse da quelle indicate.

La Società avrà la facoltà di richiedere l'eventuale biglietto di viaggio non utilizzato per il rientro dell'Assicurato/Assistito.

Rientro anticipato

Qualora l'Assicurato/Assistito abbia necessità di rientrare al proprio domicilio in Italia prima della data programmata, a causa di ricovero con prognosi superiore a 5 giorni o decesso di un familiare (coniuge/convivente more uxorio, figlio/a, fratello, sorella, genitore, suocero/a, genero, nuora), la Centrale Operativa fornirà un biglietto di viaggio di sola andata (ferroviario di prima classe o aereo classe economica o altro mezzo a proprio insindacabile giudizio) entro il limite di euro 500,00 per sinistro.

L'Assicurato/Assistito dovrà fornire entro 15 (quindici) giorni dal sinistro il certificato attestante l'infortunio, la malattia improvvisa o il decesso del familiare così come il biglietto di viaggio non utilizzato.

Viaggi di un familiare in caso di ricovero

Qualora l'Assicurato/Assistito, in viaggio da solo o con minore, venga ricoverato con prognosi superiore a 5 (cinque) giorni, la Centrale Operativa fornirà un biglietto di sola andata (ferroviario di prima classe o aereo classe economica o altro mezzo a proprio insindacabile giudizio) per permettere ad un familiare residente nel paese di origine di raggiungere l'Assicurato/Assistito ricoverato il prima possibile.

Sono escluse dalla prestazione le spese di soggiorno del familiare.

Interprete

Qualora l'Assicurato/Assistito venga ricoverato in un istituto di cura all'estero a seguito di infortunio o malattia improvvisa e abbia difficoltà linguistiche a comunicare con i medici, la Centrale Operativa provvederà ad inviare un interprete sul posto entro le successive 48 (quarantotto) ore.

La Società terrà a carico i costi dell'interprete per un massimo di 4 (quattro) ore lavorative

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: