Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie, Uffici Stampa

L’Ast a Pistoia: grave la situazione degli uffici stampa

Articolo di del 9 febbraio 2012 – 18:39 | 669 views

La stragrande maggioranza delle amministrazioni pubbliche della provincia senza un ufficio stampa. Pochissime realtà che hanno deciso di investire correttamente in quelle attività di informazione pubblica che rappresentano un diritto del cittadino a essere correttamente informati. Varie situazioni in cui pare configurarsi un esercizio abusivo della professione.

E’ questo quanto emerso con particolare evidenza nella riunione del direttivo dell’Associazione Stampa Toscana che si è tenuta a Pistoia e che, aperto a tutti i colleghi e le colleghe della provincia, ha consentito di fare il punto anche su un’ampia situazione di precariato giornalistico.

Una situazione grave e non assolutamente adeguata per una corretta informazione pubblica, che sempre di più appare non solo come un diritto del cittadino ma anche come un investimento e un’opportunità per la pubblica amministrazione, anche alla luce delle nuove responsabilità e delle nuove competenze richieste agli uffici stampa, con lo sviluppo della multimedialità, dei social media, delle tv web.

In rife­ri­mento a que­sti ultimi l’Associazione Stampa Toscana sot­to­li­nea che un’amministrazione pub­blica non è obbli­gata ad avere un uffi­cio stampa, ma è obbli­gata, qua­lora abbia un’attività di uffi­cio stampa, a ser­virsi di gior­na­li­sti rego­lar­mente iscritti all’Albo.

Il sindacato dei giornalisti vigilerà sulla corretta applicazione della legge, anche alla luce della recente Carta dei Diritti e dei Doveri dei giornalisti degli uffici stampa recentemente approvata dall’Ordine, che classifica il lavoro negli uffici stampa come “attività prettamente giornalistica

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: