Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » In evidenza

Ast e Alg: insieme su più fronti. Interventi di Lorusso e Fabbri

Articolo di del 15 novembre 2019 – 17:33 | 17 views

A Milano, il presidente dell'Associazione lombarda dei giornalisti, Paolo Perucchini ha invitato tutte le assostampa regionali all' assemblea dei cdr. Nonostante la Lombardia sia la capitale dell'editoria, le criticità sono molto simili alle nostre: vertenze diffuse, accorpamenti, difficoltà nell'agibilita' sindacale. Sono messi peggio i giornalisti della Regione che non hanno più contratto giornalistico e per le vicissitudini legate alla cessione di alcune testate Mondadori.

Stefano Fabbri, rappresentante dell'Ast, è intervenuto ricordando le cose che stiamo affrontando in comune (Poligrafici, Askanews, ecc) ed indicando come clima generale pessimo la vicenda Vellutini, risolta solo col giudice, e l'imbrattamento del Tirreno. L'intervento di Lorusso: apertura al governo, ma soldi pubblici devono servire a creare lavoro, non a diminuirlo.

La situazione dei giornalisti della Regione Lombardia è un po' più variegata. Non hanno più il contratto giornalistico i colleghi della giunta che avevano contratti a tempo determinato che erano scaduti e l'anno scorso sono stati rinnovati. Ma è rimasto giornalistico il contratto dell'unico assunto a tempo indeterminato nell'agenzia della giunta ancora in servizio. Sono inoltre tutti contratti giornalisti quelli dei colleghi dell'ufficio stampa del Consiglio regionale lombardo, tutti assunti a tempo indeterminato. Diceva un collega al quale è stato disattivato il contratto giornalistico che adesso lui che è caposervizio ha un inquadramento po, mentre 4 colleghi non laureati sono di fascia più bassa tipo c1.