Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie

Licenziata la vicedirettrice de La Nazione. Ast al fianco della collega: decisione illegittima e intollerabile. Comunicato del Cdr

Articolo di del 13 marzo 2020 – 11:55 | 178 views

Non bastano, alla Poligrafici Editoriale, i prepensionamenti passati e quelli che, presumibilmente, otterrà in un prossimo futuro. Oggi il Gruppo guidato da Andrea  Riffeser Monti, che è anche presidente della Federazione degli editori di giornali, decide di ridurre i costi licenziando in tronco. Come ha appena fatto, in maniera del tutto illegittima, con la vicedirettrice de La Nazione, che da quasi quarant'anni ha lavorato con grande impegno professionale all'uscita del giornale. La collega è stata chiamata dal capo del personale il quale le ha consegnato una lettera di poche righe con la frase allucinante: risoluzione immediata del rapporto di lavoro. Senza motivazione. E facendola precipitare in un baratro: senza più stipendio e, ancora per diversi anni, senza poter accedere alla pensione.

L'Associazione Stampa Toscana, oltre a denunciare con forza l'inaccettabile comportamento dell'Editore, esprime non solo piena solidarietà alla collega, ma si mette a sua disposizione, tutelandola anche attraverso i suoi legali e consulenti, e dichiara di esserle al fianco, da subito, in ogni azione che deciderà di intraprendere al fine di ottenere giustizia di fronte a una decisione aziendale assolutamente intollerabile.

Il comunicato del Cdr de La Nazione

La collega Laura Pacciani, Vice Direttore da oltre 5 anni di questo giornale, ha subito quello che riteniamo essere un licenziamento assolutamente illegittimo e immotivato da parte della Poligrafici per la quale ha lavorato per quasi 40 anni.

Abbiamo atteso che la decisione fosse  ufficiale e praticamente irrevocabile, visto era in corso un tentativo di conciliazione che la collega aveva esperito con l'assistenza dell'Associazione della Stampa Toscana e dei suoi consulenti. Purtroppo a nulla sono valsi gli sforzi per comporre una situazione che, per questo Cdr, ha dell'incredibile sia per le modalità adottate che l'assoluta mancanza di motivazioni.

Il Cdr è e resterà sempre al fianco della collega, seguirà ogni suo passo in sede giudiziaria, pronto a fornirle tutto l'aiuto possibile.

Un abbraccio affettuoso a Laura da parte di tutti.

Il CdR de La Nazione

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: