Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie

Assemblea pensionati, la relazione del presidente Morelli

Articolo di del 21 febbraio 2012 – 18:47 | 476 views

Cari colleghi,

Per questa relazione annuale, la prima del direttivo di questo mandato, conviene partire dalle conseguenze che i provvedimenti del governo hanno avuto e potrebbero avere in futuro sulle nostre pensioni e sull'INPGI. Per quanto riguarda le pensioni, certamente sapete che sono destinate a rimanere “ferme” e quindi, di fatto, a diminuire (in un solo anno di almeno il due per cento) perché per la maggior parte di esse è stato bloccato il meccanismo di recupero dell'inflazione. A proposito dell'INPGI gli intendimenti governativi non sono ben chiari: l'unica cosa certa è che si profila un taglio dell'1 % dei nostri assegni qualora i colleghi che lo dirigono non riuscissero a presentare a giugno un piano attuariale spalmato su cinquant'anni, mezzo secolo! Siccome l'impresa è pressoché impossibile (sopratutto se, come sembra, dai calcoli dovessero essere esentati i beni patrimoniali), la penalizzazione è da considerarsi pressoché certa. Il Consiglio di amministrazione dell'INPGI ha già elevato la sua protesta e altrettanto ha fatto la FNSI. E' necessario non demordere; anzi, bisogna semmai alzare la voce, magari investendo della questione la Corte costituzionale.

Come sapete, per cercare di tamponare in qualche modo la decrescita delle nostre pensioni, dopo un'infinità di tentativi non andati a buon fine, tutti quanti noi, giornalisti pensionati e giornalisti attivi, abbiamo avuto l'accortezza di inserire nell'ultimo contratto di lavoro giornalistico la costituzione di un Fondo perequativo. Il Fondo ha accumulato finora circa 2 milioni e mezzo di euro. Forse è ancora presto per attivarlo, ma la cosa che si dovrebbe fare senza ulteriore ingiustificato indugio è la nomina del comitato che lo deve gestire cosa che ancora purtroppo non è stata fatta. L'amministrazione, come è noto, è stata saggiamente affidata all'INPGI.

A proposito dell'INPGI cogliamo l'occasione per ricordare a tutti voi che fra pochi giorni si voterà per il rinnovo del Consiglio di amministrazione e degli altri organi cui è affidata la gestione del nostro istituto di previdenza. Noi pensionati siamo chiamati ad eleggere i nostri rappresentanti da scegliere tra i candidati presenti in più di una lista. In una delle liste, quella che ha per titolo “Uniti per l'INPGI”, figurano alcuni dirigenti nazionali dell'Unione nazionale giornalisti pensionati, nonché il collega Franco Picchiotti, fiduciario INPGI per la Toscana, che insieme a loro si ripresenta per la seconda volta. Fra i candidati c’è anche il collega Pino Rea che ha deciso anche lui di dare il suo contributo alla nostra causa.

E' poi con soddisfazione che assistiamo alla nuova stagione dell'Associazione stampa toscana, suggellata dalle recenti elezioni, alle quali i pensionati hanno partecipato abbastanza numerosi. Questa nuova stagione si distingue per la prevalenza delle scelte operative rispetto alle pur legittime aspirazioni politiche e personali. Di questo nuovo clima, che va a merito di tutti, si è decisamente avvantaggiata l'attività del Direttivo regionale, la cui operosità negli ultimi tempi è andata costantemente crescendo, caratterizzandosi talvolta, spesso d'intesa con l'Ordine dei giornalisti, per iniziative di assoluto rilievo nazionale come il convegno sul precariato giornalistico, da cui è scaturita la cosiddetta “Carta di Firenze”, il seminario sui destini dei pubblicisti, l'analisi del fenomeno attualissimo dei “diversi giornalismi”, ossia sui differenti modi di esercitare questo nostro interessante e impegnativo mestiere.

A fronte di tutto ciò, ci è gradito rivolgere un caloroso saluto ai colleghi Paolo Ciampi e Carlo Bartoli, presidenti rispettivamente dell'Associazione stampa toscana e dell'Ordine regionale dei giornalisti. E un saluto al consigliere nazionale UNPG Mario Talli che ha contribuito a mantenere saldi i legami tra noi e le altre associazioni stampa.

Infine diciamo due parole sull’attività del nostro gruppo. L’anno scorso abbiamo fatto un altro passo avanti per stare insieme mettendo in cantiere due bellissime escursioni: una a Sorano e Sovana dove è sindaco il nostro collega Pierandrea Vanni e una a Vinci. Naturalmente per queste visite abbiamo ricevuto la piena collaborazione delle nostre redazioni che ci hanno facilitato i compiti organizzativi. Il Direttivo ha in programma per quest’anno due nuove escursioni: una a Barga, in Lucchesia , con l’aiuto del nostro consigliere Oriano De Ranierie; un’altra a Torino di 3 o 4 giorni per visitare musei e i luoghi del nostro Risorgimento. Queste sono soltanto proposte aperte a qualsiasi modifica e suggerimenti.

 

Tag:, , , , , , , , , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: