Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie

Inpgi2: domande per i congedi parentali straordinari per i giornalisti-genitori

Articolo di del 18 settembre 2020 – 09:45 | 28 views

E' ancora possibile presentare la domanda per ottenere l’indennità per il congedo parentale straordinario per i giornalisti iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata dell’Inpgi con figli di età non superiore a 12 anni (o di età superiore, se disabili) che hanno dovuto ridurre la loro attività professionale a causa della sospensione dell’attività di scuole e servizi educativi per l’infanzia in seguito alla pandemia Covid-19 per assolvere alle funzioni genitoriali e seguire così i propri figli.

Le domande potranno essere presentate all’INPGI, a decorrere dalle ore 11,00 del 1° settembre, esclusivamente in modalità telematica accedendo all’interno della propria area riservata (link https://areaiscritti.inpgi.it) e seguendo le istruzioni riportate nella pagina web. Attenzione: è opportuno verificare la corrente validità dei codici di accesso alla propria area riservata e, qualora siano scaduti o se ne sia sprovvisti, è necessario attivare il prima possibile la procedura (reperibile qui – link http://www.inpgi.it/?q=node/900) per il recupero delle credenziali.

L’importo del congedo parentale straordinario è parametrato alla media dei compensi denunciati e assoggettati a contribuzione e non potrà eccedere comunque i 300 euro lordi. Gli importi saranno erogati fino all’esaurimento delle risorse stanziate: 800.000 euro. Per il riconoscimento del beneficio, quindi, si terrà conto dell’ordine cronologico di presentazione delle domande. La condizione per richiedere il congedo straordinario è che all’interno del proprio nucleo familiare, non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o altro genitore disoccupato o non lavoratore. La fruizione del congedo straordinario potrà essere richiesta alternativamente da entrambi i genitori, per un totale complessivo di 15 gg. che si collocano nell’arco temporale dal 5 marzo al 31 agosto del corrente anno. Il congedo straordinario – che non comporta il riconoscimento di contribuzione figurativa – è inoltre alternativo al bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting a carico dello Stato.

Tag:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: