Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie, Uffici Stampa

Il Comune di Viareggio faccia chiarezza sull’ufficio stampa

Articolo di del 8 marzo 2012 – 15:48 | 857 views

La trasparenza di un’amministrazione pubblica non può non cominciare dalla trasparenza delle delibere e dei contratti con cui si decidono gli assetti dell’informazione di quello stesso ente. Per questo l’Associazione Stampa Toscana, sindacato unitario dei giornalisti toscani, chiede al Comune di Viareggio di fare chiarezza in relazione alle scelte fatte per informare i suoi cittadini.

In particolare l’Ast chiede che sia chiarito una volta per tutte se il Comune dispone di un ufficio stampa e nel caso se esso sia stato affidato a un giornalista – condizione peraltro necessaria perché non si delinei una situazione di esercizio abusivo della professione. Nell’eventualità, l’Ast chiede inoltre di sapere con quali procedure sia stato effettuato l’affidamento e se per esso sia stato rispettato un corretto inquadramento giornalistico, compreso il versamento dei contributi all’Istituto di previdenza giornalistico.

Tutto questo in considerazione anche dei ripetuti comunicati che dall’amministrazione comunale sono pervenuti alle testate giornalistiche tramite l’inequivocabile indirizzo addettostampa@comune.viareggio.lu.it

Il sindacato dei giornalisti rileva che la legge 150/2000 dispone che le attività di ufficio stampa siano affidate esclusivamente ai giornalisti, cosa ribadita anche dalla Carta deontologica dell’Ordine entrata in vigore lo scorso primo gennaio. D’altra parte da un primo esame degli atti dell’amministrazione risulta esclusivamente una delibera per la realizzazione di un periodico comunale con testi peraltro realizzati, così si prevede, solo utilizzando personale comunale in orario di servizio.

Il sindacato dei giornalisti, mentre ritiene doveroso che gli uffici stampa della pubblica amministrazione siano affidati solo attraverso concorso o comunque attraverso procedure di selezione assolutamente trasparenti, provvederà a segnalare tutto questo anche all’Ordine dei Giornalisti della Toscana, per gli accertamenti di sua competenza.

La risposta del collega Umberto Guidi

All’attenzione
dell’Associazione Stampa Toscana
e dell’Ordine dei Giornalisti della Toscana

Ultimamente, tra le attività dell’Associazione stampa Toscana, il sindacato dei giornalisti, ha assunto rilievo quella di vigilare che negli enti locali non vengano affidate mansioni giornalistiche (redazione o direzione di notiziari comunali, provinciali o regionali, conduzione di uffici stampa) a persone non iscritte all’Ordine dei Giornalisti. E’ certamente una missione legittima, finché l’Ordine professionale sarà mantenuto in piedi. E’ per questo che mi tocca precisare dopo aver letto, non senza sorpresa, la nota del Sindacato giornalisti della Toscana: “Il Comune di Viareggio faccia chiarezza sull’ufficio stampa

Tag:, , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login