Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie

Fnsi-Aran: firmato l’accordo che regola i contratti dei giornalisti nella PA. Ast e Regione Toscana furono apripista

Articolo di del 6 maggio 2022 – 10:51 | 112 views

 

Dopo il parere favorevole del Consiglio dei ministri, e dopo il via libera della Corte dei Conti, Federazione Nazionale della Stampa e Aran hanno firmato l'accordo che regola i contratti dei giornalisti nella Pubblica Amministrazione. Ast accoglie con grande soddisfazione l'intesa nazionale che ha avuto per base l'intesa "costruita" proprio in Toscana, fra Regione e sindacato dei giornalisti, nel 2020, in seguito alla cancellazione del contratto Fieg-Fnsi applicato fino a quel momento ai colleghi dell'Agenzia della giunta e dell'ufficio stampa del Consiglio. 

L'accordo nazionale rappresenta un punto di partenza su cui il sindacato dei giornalisti (al quale è stato riconosciuto ufficialmente il diritto a intervenire a tutela dei colleghi) s'impegna a lavorare per fare in modo che le regole riconosciute per chi lavora nelle Regioni possano essere applicate anche ai colleghi impegnati in tutti i settori dell'informazione riguardanti la Pubblica Amministrazione.

L'accordo firmato riguarda il personale dipendente dalle Amministrazioni ricomprese nei comparti di contrattazione collettiva di cui al Contratto collettivo nazionale quadro del 13 luglio 2016 che svolge attività di informazione ai sensi della legge 150/2000 inquadrato nei profili professionali appositamente istituiti dai contratti di comparto del triennio 2016-2018.

L'intesa consente l'inquadramento dei giornalisti che saranno assunti nei quattro comparti del settore pubblico (funzioni centrali, funzioni locali, sanità, istruzione e ricerca) salvaguardando le posizioni di lavoro dei colleghi assunti prima del 2018 con contratto di lavoro Fieg-Fnsi e ai quali, in seguito ad alcune pronunce della Corte costituzionale, non era più applicabile il contratto di lavoro dei giornalisti.

Ai fini del reinquadramento, il testo individua le confluenze del personale tenendo conto delle qualifiche del contratto di lavoro giornalistico e delle aree o categorie del contratto di riferimento e riconosce un assegno ad personam con i relativi criteri di riassorbibilità.

Confermata anche la possibilità di aderire a Casagit Salute e ribaditi, infine, il diritto insopprimibile del giornalista alla libertà di informazione e di critica, il dovere di rettifica e l'obbligo inderogabile al rispetto della verità sostanziale dei fatti.

PER APPROFONDIRE
Allegata di seguito la circolare esplicativa del direttore della Fnsi, Tommaso Daquanno, inviata alle Associazioni Regionali di Stampa e alla Giunta esecutiva.

 Circolare Accordo Aran – Fnsi

 

Tag: