Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie

Ast e Odg: vile attacco a Noi Tv di Lucca. Piena solidarietà al direttore e ai colleghi

Articolo di del 13 maggio 2022 – 12:00 | 12 views

Nella notte, fra lunedì 9 e martedì 10 maggio 2022, i mezzi e la sede sono stati vandalizzati con scritte riconducibili al movimento no-vax, tracciate sulle auto e sul furgone-regia mobile. Imbrattati anche i vetri delle aziende al piano terra del Polo Tecnologico della Camera di Commercio.

“Un atto vigliacco nei confronti di chi fa informazione e che non va sottovalutato – hanno commentato il presidente di Odg Toscana, Giampaolo Marchini e di Ast, Sandro Bennucci – Esprimiamo piena solidarietà a NoiTv. Ci auguriamo che le forze dell’Ordine facciano piena luce su questo brutto episodio”. 

 Odg Toscana e AST sono da tempo in prima linea nel combattere minacce e attacchi a giornalisti e testate. L’Ordine e il Sindacato invita a denunciare ogni episodio alle Forze dell’Ordine così che possano intervenire in difesa del diritto di cronaca e del lavoro giornalistico.

La solidarietà del presidente Giani ai giornalisti e ai dipendenti di Noi Tv di Lucca

“Siamo di fronte ad un comportamento inaccettabile e per giunta ripetuto. Dopo Tvl di Pistoia, questa notte anche Noi Tv di Lucca è stata oggetto di atti di vandalismo riconducibili al movimento no vax che purtroppo si sta rendendo negativo protagonista di azioni esecrabili quali sono le minacce nei confronti di amministratori ed esponenti politici e gli attacchi a chi svolge, con professionalità e con tutta la libertà che deve caratterizzare l’informazione, il proprio lavoro di cronista e giornalista".

Inizia così il messaggio che il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha inviato a Noi TV di Lucca, che è stata oggetto di un attacco da parte di sconosciuti riconducibili al movimento no vax.

"Ai giornalisti, alla direzione, alla proprietà e a tutti i dipendenti di Noi Tv – continua il preseidente – va tutta la mia solidarietà, che si accompagna a quella dell’intera Giunta regionale, ma che ritengo di esprimere anche a nome dei cittadini della Toscana che, nella quasi totalità, sono lontani anni luce da chi utilizza metodi violenti ed intimidatori nei confronti di coloro che svolgono semplicemente il loro lavoro".

"L’auspicio – conclude Giani – è che le forze dell’ordine siano in grado di individuare gli autori materiali di queste vere e proprie azioni squadristiche”.

 

Tag: