Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie

Giornale della Toscana, il sequestro non ricada sui giornalisti

Articolo di del 25 ottobre 2011 – 14:08 | 169 views

L’Associazione Stampa Toscana e l’Ordine dei giornalisti della Toscana esprimono forte preoccupazione per le prospettive professionali e occupazionali dei colleghi del Giornale della Toscana alla luce dell’evoluzione dell’inchiesta sui finanziamenti pubblici al gruppo editoriale che fa capo all’on. Denis Verdini.

Sarà la magistratura, ovviamente, ad accertare le eventuali responsabilità. Ma ciò che non si potrà tollerare è che queste, vere o presunte che siano, si scarichino sulle spalle dei 25 tra giornalisti e poligrafici occupati al Giornale della Toscana.

Non accetteremo che i sequestri di beni effettuati oggi possano mettere a repentaglio il loro lavoro, né che possano costituire un alibi per eventuali ‘disimpegni’ da parte dell’Editore. Ai colleghi del Giornale della Toscana, che stamani per entrare nella loro redazione hanno dovuto mostrare il tesserino professionale mentre era in corso la perquisizione negli uffici amministrativi, va la nostra più convinta solidarietà e l’impegno del sindacato e dell’Ordine perché una testata così importante nel panorama editoriale della nostra regione resti in vita e abbia le necessarie garanzie per la prosecuzione del lavoro di giornalisti, impiegati e tecnici.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login