Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie, Primo piano, Radio & TV

A Livorno tutti insieme per la tv che vogliamo

Articolo di del 4 ottobre 2012 – 13:50 | 680 views

DIRETTA STREAMING

 

E' ormai sotto gli occhi di tutti: la crisi dell'emittenza televisiva locale in Toscana ha ormai raggiunto proporzioni tali da richiedere un'attenzione specifica e interventi straordinari per farvi fronte.

Siamo di fronte a una situazione che sta mettendo a repentaglio un intero settore produttivo, posti di lavoro che, complessivamente equivalgono a quelli di una grande azienda, nonché un eccellente patrimonio di competenze e professionalità. Senza dimenticare le conseguenze sul pluralismo dell'informazione e sulla possibilità dei cittadini di essere informati.

Difendere il settore, è nostra convinzione, non significa difendere ciò che è stato in passato, ma puntare al rilancio di un'informazione televisiva fatta di qualità, rapporto con i territori, regole, contratti. E su questo intendiamo contribuire a costruire un cammino comune, con gli imprenditori che assicurano regole e contratti, con le istituzioni, con gli altri sindacati dell'emittenza televisiva, con i cittadini attenti al bene informazione.

Per tutto questo l'Associazione Stampa Toscana, sindacato unitario dei giornalisti, in collaborazione con TeleGranducato e ad altre realtà, promuove  l'incontro-manifestazione La tv che vogliamo, per la giornata del prossimo venerdì 26 ottobre (ore 15-19), a Livorno (sala del Museo di Storia Naturale), dalle 15 alle 19.

Sarà l'occasione per rompere il silenzio su quanto sta succedendo e per avviare un cammino di confronto, riflessione, proposta.

Idee, spunti, notizie su questa pagina Facebook.

 

 

Tag:, , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login