Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie, Radio & TV

Commissione radio tv: “A un anno dallo switch off necessario parlare di lavoro”

Articolo di del 6 dicembre 2012 – 08:16 | 434 views

"Ad un anno dallo switch off al digitale bene tracciare un bilancio tecnico, infrastrutturale e di risorse, ma miope non parlare anche della deriva occupazionale e qualitativa dei contenuti televisivi". Questo il commento della coordinatrice della commissione Radio Tv dell'Assostampa, Chiara Brilli, in merito al convegno organizzato da Uncem dal titolo "La Tv cambia gli schermi" in programma il prossimo 7 dicembre, a Firenze.

"Ci saremmo aspettati da parte dei promotori un'attenzione agli scenari lavorativi delle emittenti pari almeno a quella relativa alla ricezione del segnale da parte degli utenti. Non è un caso che proprio nel passaggio al digitale l'elenco delle crisi dell'emittenza televisiva si sia allungato enormemente, a discapito della dignità del lavoro e del pluralismo dell'informazione. Solo nell'anno che sta per concludersi ricordiamo Italia 7, canale 10, rete 37, Tele Tirreno, Tv1, 50 Canale, La 8, Noi Tv, Tele Etruria".

"Avremmo gradito ed apprezzato che tra i relatori si fosse tenuta in considerazione l'importanza del contributo dell'Associazione Stampa Toscana e del lavoro che sta portando avanti a sostegno di una legge di settore sull'informazione locale che premi quegli editori virtuosi che sappiano davvero cogliere dall'innovazione tecnologica elementi di crescita produttiva ed occupazionale".

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login