Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie, Uffici Stampa

Dalla commissione uffici stampa, intervento per far osservare la 150.

Articolo di del 28 gennaio 2013 – 09:54 | 828 views

La Commissione uffici stampa dell'Ast segnala un’altra vicenda, stavolta dal Comune di Serravalle Pistoiese, relativa a una impropria applicazione della legge 150/2000 sugli uffici Stampa nelle pubbliche amministrazioni. Il sindaco di Serravalle ha risposto con prontezza, dichiarandosi disponibile a un incontro. Cosa che sarà fatta a breve. Di seguito la lettera presidposta e inviata dalla Commissione.

 

                                                                                                 Al Signor Sindaco

                                                                                Comune  Serravalle Pistoiese

Oggetto: richiesta incontro

Egregio Sindaco:

venuti a conoscenza di atti, relativi a figure professionali previste dalla legge 150/2000, adottati da Lei e dalla Sua amministrazione comunale, siamo a richiedere un incontro, in tempi possibilmente ravvicinati, per esprimere la motivata perplessità del sindacato unitario toscano dei giornalisti su tali atti.

Abbiamo, in particolare, esaminato il decreto n. 44 (26 maggio 2012) che porta come oggetto “Nomina della figura professionale di addetto stampa – portavoce del sindaco”; la delibera della Giunta Comunale n. 141 (22 dicembre 2012) che porta in oggetto “Provvedimenti in merito all'incarico di addetto stampa”; il decreto 123 (28 dicembre 2012) con “Provvedimenti in merito alla deliberazione GC nr 141 del 22 dicembre 2012”.

Facciamo in via preliminare presente che in data 1 settembre 2011 è stato sottoscritto fra ANCI Toscana, Associazione Stampa Toscana, Gruppo Specializzazione Giornalisti Uffici Stampa e Ordine Giornalisti della Toscana un protocollo d'intesa  sulla “opportunità di definire, nel rispetto imprescindibile dei parametri fissati dalla legge 150/2000, un sistema condiviso di criteri a cui possano ispirarsi le Amministrazioni Comunali della Toscana per uniformare le procedure di assegnazione degli incarichi presso gli Uffici Stampa”.

Negli atti adottati dal Comune di Serravalle ci pare siano contenute violazioni della legge 150/2000. Ciò soprattutto (decreto 44/2012) per quanto concerne la netta distinzione che deve esistere, in qualunque amministrazione pubblica italiana, fra la figura del portavoce e quella dell'addetto stampa: due figure, entrambe importanti, per le attività di informazione da una pubblica amministrazione, ma che non possono sovrapporsi.

Va infatti ricordato che il portavoce (che può anche non essere un giornalista) è figura di fiducia dell'organo di vertice di una pubblica amministrazione  mentre in un Ufficio Stampa ( e chi vi lavora deve essere un giornalista) si svolgono attività svincolate dalla fiducia con l'organo di vertice. Il reclutamento del personale di un Ufficio Stampa deve prevedere procedure a evidenza pubblica che non sono previste, per evidenti motivi, quando un sindaco sceglie (per affidarle il ruolo di portavoce) una persona di sua  piena fiducia.

Il decreto comunale 44/2012 unifica, in un'unica figura professionale, ciò che – ai sensi della legge 150/2000 – non può essere unificato (portavoce e addetto stampa). Mentre gli atti successivi regolano l'assunzione dell'addetto stampa come se si trattasse di un incarico fiduciario del sindaco: cioè senza procedure e selezioni di evidenza pubblica.

Fermo restando che, ormai da anni, i giornalisti che lavorano per una amministrazione pubblica sono obbligatoriamente assicurati all'INPGI (Istituto Nazionale Previdenza Giornalisti), abbiamo inoltre da farle presente che l'inquadramento di un addetto stampa in categoria C1 non è evidentemente congruo per un lavoro, a elevata professionalità, che si richiede a un iscritto a un Albo professionale.

Nel ringraziare per l'attenzione e per la sollecitudine con cui, siamo certi, si provvederà a concordare un incontro nel quale meglio affrontare le questioni già anticipate, è gradita l'occasione per inviare distinti saluti.

Firenze, 18 gennaio 2013

Elisabetta Giudrinetti, Mauro Banchini, Dario Rossi

Commissione Uffici Stampa AST 

Tag:, ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: