Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » In evidenza, Uffici Stampa

Spending review: basta farla ricadere sempre sui lavoratori.

Articolo di del 5 febbraio 2013 – 11:47 | 368 views

Il taglio dei costi della pubblica amministrazione non si abbatta sul lavoro vivo di giornalisti che, pur con rapporti di lavoro mascherati sotto forma di partite Iva e collaborazioni professionali, in questi anni hanno assicurato un lavoro costante di informazione, garantendo ai cittadini trasparenza e migliore accesso ai servizi.

E' quanto intende sottolineare l'Associazione Stampa Toscana, con la sua commissione uffici stampa, registrando con preoccupazione il mancato rinnovo di contratti in aziende sanitarie, enti pubblici, istituti a capitale pubblico.

Mancati rinnovi – sottolinea il sindacato – che riguardano anche colleghi che, magari con inquadramenti impropri, hanno prestato servizio per molti anni e per i quali la questione da porre era semmai la mancata attivazione di procedure di stabilizzazione.

Il sindacato dei giornalisti – che sarà al fianco di questi colleghi in tutte le sedi, anche legali, che sarà necessario attivare – respinge ogni tentativo di far ricadere la cosiddetta spending review proprio sui lavoratori contrattualmente più deboli e invita le amministrazioni interessate a individuare altre misure di contenimento delle spese e degli sprechi, ricordando sempre e comunque che l'informazione al cittadino prima che un costo è un buon investimento e un dovere.

Il Presidente AST

Paolo Ciampi

Tag:

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login