Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » I diritti, In evidenza, Notizie

Documento della Toscana in preparazione Stati Generali dell’informazione precaria

Articolo di del 25 giugno 2013 – 15:33 | 235 views
lavoratori foto storicaIl 17 giugno a Firenze si è tenuto l'incontro convocato dall'Associazione Stampa Toscana e dalla Commissione Informazione Precaria dell'Ast, in preparazione degli Stati Generali dell'informazione precaria, annunciati per l'11 e il 12 luglio prossimi a Roma su proposta della Commissione e dell'Assemblea nazionale lavoro autonomo della Fnsi. All'incontro hanno partecipato rappresentanti del Sindacato, dell'Ordine, dell'Ente previdenziale, e del precariato giornalistico.
 
 I partecipanti hanno convenuto sulla necessità di fare degli Stati Generali un appuntamento fruttuoso sia in termini di creazione di una "coscienza di categoria" fra i giornalisti precari di tutta Italia, sia in termini di impegni da ribadire e proposte da avanzare al fine di rendere più dignitosa la condizione lavorativa di una fascia sempre più larga di lavoratori dell'informazione. Tutto ciò in un contesto che vede, in Toscana come in altre regioni d'Italia, la chiusura di un rilevante numero di testate e redazioni giornalistiche, e il doloroso ridimensionamento di altre.
 
 La Commissione Informazione Precaria dell'Ast valuta positivamente, e auspica siano assunti nella discussione in seno alla Commissione per la definizione dell'Equo Compenso, gli orientamenti proposti dalla Commissione nazionale lavoro autonomo della Fnsi, per cui si indica come riferimento il livello retributivo lordo, calcolato al costo aziendale del redattore dipendente (comprensivo di indennità di contingenza, contributi Ingpi ed altre spettanze a carico del datore di lavoro, ivi comprese eventuali assicurazioni obbligatorie), in coerenza con il contratto collettivo e il livello d’inquadramento corrispondenti, salvo diversa pattuizione scritta tra le parti, che non può comunque prevedere in nessun caso una retribuzione inferiore a quella così individuata.
 
 I partecipanti all'incontro chiedono inoltre alla Giunta della Fnsi, seduta al tavolo con la Fieg per il rinnovo del Contratto collettivo nazionale di lavoro giornalistico (Ccnlg), di impegnarsi per ottenere una maggiore regolamentazione del mercato del lavoro giornalistico che si fondi non su rigidità astratte, ma su concreti percorsi contrattuali volti ad accompagnare le professionalità dei collaboratori, laddove essi svolgano mansioni equivalenti a quelle di giornalisti regolarmente contrattualizzati, entro il perimetro del Ccnlg e, in particolare, degli articoli 2, 12, 36, che garantiscono piena contribuzione Inpgi e accesso alla Casagit.
 
 In merito alla Carta di Firenze, strumento deontologico che sanziona lo sfruttamento come violazione del dovere di colleganza, la Commissione Informazione Precaria dell'Ast reputa sostanzialmente immotivate eventuali resistenze e timori dei giornalisti investiti della responsabilità di redazioni, e auspicandone un'applicazione corretta e puntuale si impegna a promuoverne l'uso in un quadro di leale e aperta collaborazione fra Sindacato e Ordine, ciascuno nell'ambito delle proprie competenze. Allo stesso modo, per quanto riguarda il ricongiungimento dei pubblicisti nell'albo dei professionisti, la Cip chiede all'Ordine regionale di comunicare adeguatamente i termini dell'iniziativa, e di effettuare questa necessaria revisione degli elenchi secondo i criteri stabiliti.Nel convenire sull'auspicio di una discussione produttiva per gli Stati Generali dell'informazione precaria, la Cip ha chiesto la trasmissione in streaming dei lavori, per agevolare la più ampia partecipazione possibile. 

 

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login