Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie, Opinioni e Interventi

Piattaforma Uffici Stampa Province – Ast

Articolo di del 3 febbraio 2014 – 16:43 | 225 views

Preso atto dell’iter parlamentare dei provvedimenti di riordino del sistema delle Autonomie, l’Associazione Stampa Toscana sottopone alla Regione Toscana, all’Anci Toscana e all’Upi Toscana, ciascuna per le competenze e le funzioni assegnate nell’ambito del riordino, la seguente piattaforma, con la quale indica le priorità e le criticità individuate attraverso l’analisi della situazione occupazionale dei giornalisti nelle Province Toscane.

 Riconoscimento del profilo professionale.

Pur svolgendo di fatto mansioni riconducibili alla professione giornalistica e avendo anche, in molti casi, versamenti contributivi all’Istituto di previdenza dei giornalisti Inpgi e non all’Inps, la grandissima parte degli addetti ha un profilo professionale riconducibile alle funzioni amministrative. E’ opportuno quindi, in questa prima fase di transizione, che a tutti i giornalisti che operano come tali nelle Province venga riconosciuto un adeguato profilo professionale sulla base delle mansioni effettivamente svolte,  senza che questo comporti variazione della categoria economica, e che di tali mansioni e della specifica qualificazione e esperienza professionale si tenga conto nei processi di trasferimento e riorganizzazione del personale. La definizione di un profilo professionale adeguato alle funzioni di addetto stampa è fondamentale per accrescere il livello di comunicazione tra la p.a. e il cittadino e rendere sempre più moderno il rapporto tra istituzioni e comunità amministrate.

Mantenimento iscrizione Inpgi

In nessun caso ci dovrà essere il passaggio all’Inps di chi già è iscritto all’Inpgi. Questo a tutela anche di chi ad oggi ha effettuato ricongiunzioni onerose.

Istituzione Agenzie provinciali di informazione

In piena coerenza con il comma 1 dell’art. 9 della legge 150 del 7 giugno 2000,  nell’ambito del riordino delle funzioni in ambito regionale, ed al fine di assicurare il mantenimento di una adeguata informazione ai cittadini, la piena occupazione dei giornalisti dipendenti delle amministrazioni e di affrontare la problematica del precariato, la Regione è invitata a prevedere con un suo provvedimento la possibilità di Agenzie provinciali dell’informazione che forniscano servizi di informazione ai Comuni e alle loro Unioni, alla costituenda Città Metropolitana di Firenze ed altri Enti presenti sul territorio.

Tag:, , , , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login