Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » In evidenza, Radio & TV

Rete Versilia, licenziati ancora senza tfr

Articolo di del 29 marzo 2014 – 10:26 | 165 views

Rete VersiliaNonostante siano passati già molti mesi l'Associazione Stampa Toscana non dimentica Rete Versilia e anzi ribadisce con più forza ancora il suo impegno per voltare pagina in una vicenda che già nei mesi scorsi ha definito tra le peggiori nella storia dell'emittenza toscana. Il sindacato dei giornalisti ritiene infatti inaccettabile che a distanza di sei mesi dai licenziamenti in tronco di sette dipendenti l'azienda non abbia nemmeno versato quanto dovuto in termini di Tfr. Tutto questo mentre la programmazione continua, con personale il cui inquadramento e corretto utilizzo dovrà essere valutato attentamente dagli istituti preposti ai controlli e alle sanzioni.

L'Ast farà di tutto perché questa vicenda – che, ricordiamo, è di licenziamenti quale risposta a uno sciopero – non sia dimenticata e perché siano ripristinati pienamente i diritti dei lavoratori, anche alla luce di anni di mancata applicazione dei contratti e delle regole che devono presidiare il lavoro giornalistico.

Fino a quel giorno il sindacato dei giornalisti chiede a tutte le istituzioni pubbliche di non farsi usare come bancomat da questa azienda e a tutti i privati di riflettere sull'acquisto di una pubblicità che, in questo contesto, sembrerebbe premiare comportamenti inaccettabili.
 

Tag:, ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login