Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Concorsi e Premi, Notizie

Premio Capelli: i premiati

Articolo di del 16 maggio 2014 – 11:59 | 226 views

Rino Bucci, Serena Landi, Jacopo Landi, Lorenzo Matucci i vincitori della settima edizione premio Capelli

Sono quattro i giovani giornalisti premiati nella settima edizione del premio giornalistico Gabriele Capelli, la cui cerimonia conclusiva si è tenuta questa mattina presso la sala Pegaso della Presidenza della Regione.

Rino Bucci, giornalista del Tirreno, vince il premio di 5 mila euro per la sezione “Lavori Testuali” con un articolo che, nel commento della giuria “è come se ne vorrebbero leggere tanti”.  “Il dramma di Riparbella”, questo il titolo, racconta la storia del coraggio di Giovanna che da sola, a 66 anni, e con un debito da 375mila euro, ha deciso di andare avanti e di sfidare la crisi a viso aperto. LEGGI L'ARTICOLO

Serena e Jacopo Landi, solo lontanamente parenti, hanno vinto la sezione “Audio –Video”, ex equo con Lorenzo Matucci. Entrambi i servizi vincitori hanno ricevuto un assgno di 2.500 euro

Serena e Jacopo Landi hanno vinto con “Grezzano 1967”, servizio trasmesso su RTV38, in cui si ripercorre l’alluvione del ‘66 attraverso fotografie e memorie, che lasciano tracce utili per ricostruire antiche amicizie, emozioni, ricordi.  VISUALIZZA IL SERVIZIO

Matucci, invece, nel suo “Prato e il distretto parallelo”, approfondisce il ”caso Prato”, documentando le inumane condizioni di vita dei lavoratori cinesi e dando voce ad alcuni dei protagonisti istituzionali e della comunità cinese. VISUALIZZA IL SERVIZIO

Sono stati 24 i partecipanti – di età compresa tra i 27 e i 35 anni – a questa settima edizione del premio, 6 per la sezione audio-video e 18 per quella testuale, comprensiva di carta stampa ma anche on line. Colleghi e colleghe in genere con un elevato titolo di studio e molteplici esperienze professionali anche su diversi media, ma quasi sempre senza adeguati riconoscimenti contrattuali. In questo modo il premio Capelli – promosso dall'Associazione Amici di Gabriele Cappeli, dall'Associazione Stampa Toscana e dall'Ordine dei Giornalisti della Toscana -si conferma ancora una volta una valida cartina tornasole della realtà del giornalismo toscano e soprattutto delle sue prospettive future, così come ha sottolineato il presidente della giuria, Susanna Cressati:

“Siamo un osservatorio importante di ciò che sta succedendo all'informazione, in un quadro complesso e in forte movimento, segnato da una crisi terribile ma anche da qualche opportunità che il giornalismo dovrà saper cogliere. Chiusura di tante testate, contrazione delle redazioni, ridotte possibilità di investire nella professione sono realtà che anche la partecipazione al premio documenta e su cui tutti noi dovremo riflettere”.

Alla cerimonia di premiazione ha partecipato anche l'ex direttore dell'Unità Walter Veltroni.

Anche quest’anno è stato prevista la pubblicazione on line di un e-book, consultabile e  scaricabile gratuitamente in formato pdf, mobi ed epub dai seguenti siti:

Premio Capelli  http://www.premiocapelli.org/edizioni-precedenti/settima-edizione/

Associazione stampa Toscana  https://www.assostampa.org/pubblicazioni/premio-giornalistico-gabriele-capelli-settima-edizione/

Ordine dei giornalisti della Toscana  http://www.odg.toscana.it

Scarica gratuitamente l'ebook della settima edizione del premio capelli

Versione PDF ad alta risoluzione

Versione Epub

Versione Epub per Ipad ad alta risoluzione

Versione MOBI per Kindle

Tag:, , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login