Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » In evidenza, Opinioni e Interventi

Serventi Longhi, da stop contributi un danno a Inpgi

Articolo di del 22 ottobre 2014 – 10:33 | 107 views

editoriaIl vicepresidente vicario all’audizione in Commissione Cultura Camera

"Abbiamo massimo rispetto per la proposta di legge che contribuisce a proseguire il dibattito sul rapporto tra istituzioni e informazione, ma sul merito dell'abolizione abbiamo forti riserve e preoccupazioni". Lo ha precisato il vicepresidente vicario dell'Inpgi, Paolo Serventi Longhi, in audizione in Commissione Cultura alla Camera, nell'ambito della proposta di legge sull'abolizione del finanziamento pubblico all'editoria.

"Sul tema abbiamo le stesse preoccupazioni espresse da Fnsi e Ordine – ha sottolineato -. Tra le imprese interessate dalla proposta, sono iscritte all'Inpgi 170 aziende contribuenti con circa 1450 giornalisti occupati. Si tratta di una platea significativa, con un costo previdenziale stimato in 74 milioni di euro annui, a fronte di un gettito pari a 18 milioni di euro.
Questo testimonia l'importanza degli investimenti pubblici nel settore e l'impatto negativo che potrebbe derivare dalla loro abolizione".
"Altra cosa – ha proseguito – sarebbe modificare il sistema legislativo sui contributi diretti che comporti una selezione.
Ci sono aziende che non ha senso abbiano contributi diretti, ma ci sono tanti giornali che fanno informazione di settore, sul no profit, su aspetti sociali della vita, che sono di grande rilievo. Si tratta di contributi importanti dal punti di vista del pluralismo".  (ROMA, 22 OTTOBRE – ANSA)

Tag:, , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: