Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » In evidenza, Radio & TV

Tv locali: Allarme per sistema sconvolto anche da alcuni editori

Articolo di del 13 novembre 2014 – 18:52 | 189 views

antenne_televisiveLicenziamenti impropri e forzature inaccettabili, appello al Governo
Fnsi a sostegno dei colleghi e per 'scongelare' l'erogazione dei contributi
"Chiesto un intervento urgente del Sottosegretario alle Comunicazioni"

“Allarme rosso per il sistema delle Tv locali, che paga la crisi dei mercati pubblicitari, per i gravi ritardi nell’erogazione dei contributi pubblici, per l’esplosione del problema delle frequenze di confine e delle interferenze estere che possono portare a breve allo spegnimento di decine di emittenti. Ma la crisi sta diventando ancora più grave per i comportamenti irresponsabili di alcuni imprenditori del sistema televisivo locale che tendono a scaricare con leggerezza assoluta e intollerabile tutto sui lavoratori con piani di tagli  generalizzati e licenziamenti fuori da ogni criterio di correttezza e responsabilità sociale. Il fenomeno è diffuso e sta alimentando fortissimi contenziosi in moltissime Regioni.

Elementi di acutezza particolare si registrano in queste giornate di nuovo a Roma, dove a Ies Tv l’editore – il Gruppo Garofalo – ha cacciato di punto in bianco i giornalisti. 
Su tutti questi casi la Fnsi interviene assicurando il massimo di solidarietà e sostegno ai colleghi, ma, anche chiedendo un monitoraggio rigoroso, fino all’applicazione di sanzioni, ove previsto, per tutti quegli imprenditori televisivi (non tutti per fortuna) che vengono meno ai più elementari obblighi di responsabilità sociale o che proseguono le trasmissioni utilizzando impropriamente e irregolarmente personale e servizi giornalistici. Nessun contributo deve essere dato – e se concesso revocato – a chi non faccia veramente l’editore con organizzazione e produzione propria di informazione nel rispetto di tutti gli obblighi di legge, sia sul  piano professionale, sia per quanto concerne la disciplina dei rapporti di lavoro.
Certi atteggiamenti inqualificabili che si registrano in alcune parti del Paese sono un danno per gli imprenditori onesti e per l’intero sistema dell’emittenza locale, che non può essere travolto a causa di chi gioca con il destino delle persone o passa il tempo a esercitarsi in artifici per drenare denaro pubblico con manovre sleali.
La Fnsi ha indirizzato una segnalazione al Governo, ha chiesto l’intervento del Sottosegretario alle Comunicazioni perché sia sgombrato il terreno da qualsiasi alibi sui contributi e perché si dia una scossa di certezze e di chiarezza definitiva rispetto alle questioni oggettive che sono aperte.” Roma, 13 novembre 2014

Tag:, , , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: