Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » In evidenza, Opinioni e Interventi

Ex Fissa: ancora in attesa del decreto di approvazione dei ministeri vigilanti

Articolo di del 23 gennaio 2015 – 17:22 | 311 views

FnsiCome è noto, a seguito della incapienza del cosiddetto fondo ex fissa, gestito dall’Inpgi, che ha costretto a lunghissime attese (ormai di anni) i colleghi che sono andati in pensione e che hanno maturato il diritto alla prestazione, la questione è stata affrontata in sede di rinnovo del contratto nazionale di lavoro giornalistico. Infatti, la materia è regolata da accordi contrattuali e in particolare dall’allegato G al cnlg.

Le intese raggiunte e sottoscritte tra la Fnsi e la Fieg il 24 giugno 2014 hanno previsto un’abolizione dell’istituto dell’ex fissa e il ripristino dell’indennità di mancato preavviso a carico delle aziende in tutti i casi di risoluzione del rapporto di lavoro da parte dell’editore e quindi anche nei casi di risoluzione per raggiunti limiti di età previsti dall’art.33 del contratto collettivo. 
Per tutti coloro che hanno già maturato alla data del 31.12.2014 un’anzianità aziendale di almeno 15 anni è stato previsto un regime transitorio. 
Per tutti i colleghi che sono già andati in pensione e che attendono la prestazione da parte dell’Inpgi si è concordato un prestito dell’Inpgi al Fondo ex fissa, con interessi a carico delle aziende editoriali, che possa consentire di erogare immediatamente a tutti gli aventi diritto un anticipo di euro 10.000 e di rateizzare la somma restante avendo riguardo a 3 criteri: anzianità del giornalista, ammontare della prestazione e posizione nella graduatoria di attesa. 
Nelle intese con gli editori avevamo previsto che l’anticipo potesse essere erogato entro il mese di gennaio 2015. 
Sulla base di queste intese in Consiglio di amministrazione dell’Inpgi ha approvato tempestivamente una delibera per la concessione di un finanziamento al fondo contrattuale ex fissa. 
Tuttavia, le delibere dell’Inpgi per poter diventare esecutive necessitano del relativo decreto di approvazione dei Ministeri vigilanti. 
Sino ad oggi, purtroppo, il decreto ministeriale di approvazione del prestito non è arrivato e, di conseguenza, non è ancora possibile procedere all’erogazione delle prestazioni come concordato in sede di rinnovo contrattuale. 
Sarà cura di questa Federazione darne tempestiva comunicazione una volta che il decreto sarà pervenuto all’Inpgi e si potranno avviare in questo modo le procedure per l’erogazione dell’anticipo nei tempi più brevi possibili a tutti gli aventi diritto.

Tag:, , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login