Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Notizie, Opinioni e Interventi

Ast lancia l’emergenza occupazione. Fnsi: “Serve un contratto di lavoro inclusivo”

Articolo di del 5 giugno 2015 – 17:44 | 233 views

Il 65% dei giornalisti, anche in Toscana,  si trova nella fascia grigia dei lavoratori precari,  disoccupati e cassintegrati. E addirittura 100 sono  quelli che hanno perso recentemente il lavoro e figurano  nelle liste dei disoccupati che riscuotono l’indennità mensile dall’Inpgi. Fino a 15 anni fa erano solo 2, in Toscana, a riscuotere la disoccupazione. Queste le cifre, assolutamente preoccupanti,  fornite dalla relazione del presidente ad interim  dell’Associazione Stampa Toscana Sandro Bennucci

all’assembla annuale dell’associazione, assai partecipata dai colleghi, che si è svolta oggi, 5 giugno,  nella Sala del Gonfalone (gc) del consiglio regionale della Toscana.  E sempre nella sua relazione Bennucci  ha riportato tra i dati positivi un accordo con Confindustria con cui è stato avviato un rapporto di collaborazione nell’ottica di trovare nuove opportunità professionali nelle aziende toscane. Sottolineata da Bennucci anche la stretta collaborazione con il consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Toscana, rappresentato dal vicepresidente Michele Taddei. ( Leggi qui l’intervento del presidente ad inerim Bennucci )

Per la Regione, in rappresentanza del presidente Enrico Rossi, è intervenuta Stefania Saccardi  che ha confermato l’impegno di Rossi per costituire il  tavolo per l’editoria toscana e a fare in modo che la comunicazione istituzionale sia fatta solo da giornalisti con adeguata copertura previdenziale. Obbiettivi sottoscritti da Rossi nel protocollo siglato a maggio  tra  Regione – Ast.  “Anche in questa legislatura il governo regionale saprà dedicare il massimo dell'attenzione ai temi dell'informazione, promuovendo e sostenendo le imprese e il lavoro giornalistico, nel solco di quanto abbiamo fatto negli ultimi anni". Ha proseguito  la vicepresidente della Regione Toscana Stefania Saccardi.
"La buona informazione è una condizione necessaria per la buona politica e un diritto per i cittadini – ha ricordato la vicepresidente, portando anche il saluto del presidente Enrico Rossi – E per buona informazione intendo un'informazione di qualità, professionale, legata ai territori, capace di
raccontare le nostre realtà e di far circolare le idee. E' pensando a tutto questo che nella scorsa legislatura, in stretta collaborazione con il sindacato e l'ordine dei giornalisti, siamo arrivati in fondo con l'iter di una legge di sostegno al sistema dell'informazione. Una legge fortemente
innovativa, che ha superato il modello dei contributi a pioggia per produrre informazione di qualità e nel rispetto delle regole. E' su questa strada che si deve proseguire". "Grazie alle esperienze maturate, alle scelte e alle relazioni consolidate – ha concluso Stefania Saccardi – la Toscana può davvero diventare una regione laboratorio, in cui raccogliere le sfide del giornalismo digitale e guardare alle nuove frontiere dell'informazione".

Infine l’articolato e denso intervento del segretario della Fnsi  Raffaele Lorusso, che ha sottolineato la necessità di costruire un nuovo contratto di lavoro che possa includere innanzitutto gli esclusi e riequilibrare i conti Inpgi.  Lorusso  ha parlato anche della crisi del settore e ha portato al centro della discussione anche le possibili soluzioni per la ripresa come quella dello sblocco dei finanziamenti promessi all'editoria e inseriti in un decreto dal Governo per consentire alle aziende di assumere giornalisti con gli sgravi contributivi. Martedì prossimo 9 giugno a Roma è previsto un incontro della giunta esecutiva della Fnsi e dei presidenti territoriali sulla riforma dell’Inpgi.

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega all’editoria, Luca Lotti,  in una lettera inviata all’assemblea dell’Ast ha annunciato per i prossimi giorni  un disegno di legge nel tentativo di riorganizzare efficacemente il settore. ( Leggi  QUI il messaggio del sottosegretario Lotti )

Durante l’assemblea  infine è stata deliberata all’unanimità l’Indizione del referendum statutario ( dal 15 giugno al 31 ottobre modalità online e dal 26 al 31  ottobre anche con seggio assistito in Ast) necessario per approvare alcune fondamentali modifiche e la nomina commissione elettorale 

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: