Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Corsi di Aggiornamento professionali, Notizie

Alluvione di Firenze 50 anni dopo: martedì 18 ottobre seminario Ast con crediti formativi. Rispettare la verità storica

Articolo di del 14 ottobre 2016 – 14:34 | 135 views

Cari colleghi, martedì 18 ottobre, alle 9,30, è in programma, nella Sala del Gonfalone del Consiglio regionale della Toscana (via Cavour, 4) il secondo seminario per la formazione obbligatoria continua (4 crediti formativi) che avrà come tema l'alluvione  che 50 anni fa, il 4 novembre

1966, devastò Firenze e due terzi della Toscana. Si  tratta di un evento che vissi in prima persona (avevo 16 anni) e al quale ho dedicato due libri e migliaia di articoli e sono stato particolarmente lieto che il Consiglio direttivo dell'Ast lo abbia approvato all'unanimità.

Affronteranno l'argomento, oltre a me, lo stesso presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani,  e grandi esperti come il professor Raffaello Nardi, già segretario generale dell'Autorità di bacino ed estensore del piano del 1999; il professor Giampiero Maracchi, esperto di climatologia e meteorologia del Cnr e presidente dell'Accademia dei Georgofili; il dottor Paolo Padoin, ex prefetto di Firenze e autore del primo piano di protezione civile; il collega Marco Hagge, giornalista Rai.

Sarà l'occasione per ripercorrere la storia e i capricci dell'Arno che, come ho sempre scritto, è "solo un torrente con sfrenate ambizioni di fiume" e per un serio aggiornamento in vista del "diluvio" di articoli e servizi celebrativi. E magari per chiarire fatti e situazioni al fine di contribuire a restare aderenti alla realtà storica di uno degli eventi più terrificanti vissuti da Firenze e da due terzi della Toscana nel secolo scorso.

Cari saluti

Sandro Bennucci

Tag:,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: