Inpgi e Casagit
Gruppi di Specializzazione
Comitati di Redazione
I diritti
Servizi, Convenzioni, Bandi
Home » Inpgi e Casagit, Notizie

Incontro con la presidente INPGI: sì ai sacrifici ma puntando all’inclusione di chi è fuori dal contratto e dalla copertura previdenziale

Articolo di del 18 novembre 2016 – 18:19 | 273 views

Un’occasione importante, per capire meglio la riforma dell’Inpgi quella offerta dall’Associazione Stampa Toscana, venerdì 18 novembre, nei locali della sede Rai di Firenze con l’incontro tra i vertici dell’Istituto di previdenza e tanti giornalisti attivi e pensionati.  Per l’INPGI erano presenti la presidente Marina Macelloni, la direttrice generale Mimma Iorio e il funzionario Tommaso Daquanno.

Al tavolo il presidente dell’Associazione stampa toscana, Sandro Bennucci, che ha voluto l'incontro, e il fiduciario toscano dell’INPGI Franco Picchiotti. I lavori sono stati aperti dal presidente dell’Assostampa che ha ringraziato i vertici dell’INPGI per la loro disponibilità ad essere presenti e la Rai che ha gentilmente concesso i locali dove si è svolta l’iniziativa.

La presidente Macelloni ha ripercorso i punti fondamentali della riforma ricordando tra l’altro che dal 1 gennaio 2017 non si andrà più in pensione a 62 anni e 35 anni di contributi. Ma il passaggio sarà graduale e soprattutto sono state inserite nella riforma una serie di clausole di salvaguardia per le donne, per i dipendenti di aziende in crisi, per chi è disoccupato.

Sono fioccati gli interventi dei numerosi presenti con risposte puntuali dei dirigenti nazionali dell’INPGI che hanno chiarito anche un tema molto caro ai pensionati: quello del contributo di solidarietà. Alla fine chi prende una pensione fino ai 38 mila euro annui non pagherà nessun contributo di solidarietà, mentre gli altri, secondo gli scagioni di reddito pagheranno dlal’1% al 20% ma aggirandosi la media delle pensioni intorno ai 65 mila euro lordi annui la maggior parte dei pensionati pagherà un contributo di solidarietà intorno ai 15 euro al mese. Ma è stato sottolineato da tutti – e in particolare dal presidente dell'Assostampa Bennucci che ha assicurato ogni sforzo da parte del sindacato – che l'obiettivo di tutti dev'essere l'allargamento della base contributiva, ossia l'inclusione di tutti coloro che esercitano la professione del giornalista e che  sono fuori dal contratto. I sacrifici richiesti ai giornalisti saranno vani se dal confronto Fieg-Fnsi non nascerò la possibilità di dare uno stipendio sicuro e copertura contributiva adeguata a chi oggi lavora per pochi euro a pezzo e non è adeguatamente coperto dal punto di vista previdenziale.incontro-inpgi-3

Tag:, , ,

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento, o fai trackback dal tuo stesso sito. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Non saranno tollerati e verranno rimossi commenti offensivi. Cerca di stare sull'argomento di cui parla l'articolo. Qualsiasi forma di pubblicità indesiderata comporta la rimozione del commento.

Puoi usare i seguenti tag HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Gravatar è abilitato. Gravatar.

Login with Facebook:
Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: